Asma, una malattia molto fastidiosa

Asma, una malattia molto fastidiosa

Introduzione - Asma, una malattia molto fastidiosa

Il respiro diventa affannoso, sibilante, il fiato corto. Un senso di costrizione pervade il petto, la tosse (soprattutto di notte) si fa stizzosa. Sono i sintomi dell'asma, una malattia cronica dei bronchi causata da una loro infiammazione, che di solito non si presentano contemporaneamente, ma si manifestano in tempi diversi (anche singolarmente) nel corso della vita. Quale sia la singola causa dalla quale origina l'asma è difficile dirlo. Si sa che hanno un ruolo importante alcuni fattori come la familiarità alla patologia, alcune allergie e l'ipersensibilità ad alcune sostanze irritanti, quali il fumo, l'inquinamento, gli acari, alcuni tipi di farmaci. E si sa quanto è diffusa: secondo le stime dell'Organizzazione mondiale della sanità, colpisce un numero variabile tra i 100 e i 150 milioni di persone.

A causa di questa malattia muoiono ogni anno 180 mila asmatici, nella metà dei casi si tratta di natura allergica.  Wolfram  Alpha in una statistica del 2009 riporta dei numeri abbastanza allarmanti: 1.300 morti ogni anno in Italia e 240.000 nel mondo.

Per colpa dei crescenti fenomeni di urbanizzazione che hanno costretto le persone a vivere in contesti chiusi sempre più ristretti, esposte ad elevati livelli di inquinamento, il numero di asmatici nei Paesi dell'Europa occidentale è praticamente raddoppiato nell'ultimo decennio, e dunque in incremento.

Una malattia cronica che va seguita dal punto di vista diagnostico e terapeutico, il cui trattamento implica, di norma, l'uso di medicinali somministrati per via inalatoria, da prendere sempre (e solo) dietro prescrizione medica. Farmaci che possono essere assunti tramite aerosol dosati (attivazione manuale o con l'atto respiratorio), inalatori per polveri o nebulizzatori, disponibili in commercio in kit di facile utilizzo.

Questo tipo di somministrazione diretta del farmaco (attraverso i bronchi e i polmoni) permette di utilizzare dosi più basse di farmaci che in quella per via sistemica, minimizzando gli effetti collaterali, e garantisce maggiore rapidità d'azione.

Introduzione - Asma, una malattia molto fastidiosa

Il respiro diventa affannoso, sibilante, il fiato corto. Un senso di costrizione pervade il petto, la tosse (soprattutto di notte) si fa stizzosa. Sono i sintomi dell'asma, una malattia cronica dei bronchi causata da una loro infiammazione, che di solito non si presentano contemporaneamente, ma si manifestano in tempi diversi (anche singolarmente) nel corso della vita. Quale sia la singola causa dalla quale origina l'asma è difficile dirlo. Si sa che hanno un ruolo importante alcuni fattori come la familiarità alla patologia, alcune allergie e l'ipersensibilità ad alcune sostanze irritanti, quali il fumo, l'inquinamento, gli acari, alcuni tipi di farmaci. E si sa quanto è diffusa: secondo le stime dell'Organizzazione mondiale della sanità, colpisce un numero variabile tra i 100 e i 150 milioni di persone.

A causa di questa malattia muoiono ogni anno 180 mila asmatici, nella metà dei casi si tratta di natura allergica.  Wolfram  Alpha in una statistica del 2009 riporta dei numeri abbastanza allarmanti: 1.300 morti ogni anno in Italia e 240.000 nel mondo.

Per colpa dei crescenti fenomeni di urbanizzazione che hanno costretto le persone a vivere in contesti chiusi sempre più ristretti, esposte ad elevati livelli di inquinamento, il numero di asmatici nei Paesi dell'Europa occidentale è praticamente raddoppiato nell'ultimo decennio, e dunque in incremento.

Una malattia cronica che va seguita dal punto di vista diagnostico e terapeutico, il cui trattamento implica, di norma, l'uso di medicinali somministrati per via inalatoria, da prendere sempre (e solo) dietro prescrizione medica. Farmaci che possono essere assunti tramite aerosol dosati (attivazione manuale o con l'atto respiratorio), inalatori per polveri o nebulizzatori, disponibili in commercio in kit di facile utilizzo.

Questo tipo di somministrazione diretta del farmaco (attraverso i bronchi e i polmoni) permette di utilizzare dosi più basse di farmaci che in quella per via sistemica, minimizzando gli effetti collaterali, e garantisce maggiore rapidità d'azione.

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA