PATOLOGIE ANCA

PATOLOGIE ANCA

L’anatomia delle ossa, dei muscoli e dei nervi dell’anca è importante per poi capire le varie patologie di questo distretto corporeo, individuare e interpretare i sintomi che derivano dalle sue strutture ed infine permette al medico e al fisioterapista trovare la migliore soluzione per ogni caso clinico.

OSSA DELL'ANCA

L'articolazione dell'anca o coxo-femorale, è caratterizzata da due ossa il femore e l’osso iliaco le cui superfici articolari sono uno di forma semisferica e da una concavità che lo contiene (acetabolo). Questa tipologia di articolazioni come ad esempio quella della spalla permettono movimenti ampi e in tutti i gradi dello spazio. Questa articolazione ha anche un importante sanzione nella statica in quanto ridistribuisce in basso le forze del peso della parte superiore del corpo. Questa articolazione è influenzata dal basso anche dal comportamento dei piedi delle ginocchia.

MUSCOLI DELL' ANCA

I muscoli che si inseriscono sul femore, sul bacino e sulle vertebre lombari permettono all'anca può compiere una straordinaria quantità di movimenti. La Rotazione esterna, grazie al muscolo grande gluteo, medio e piccolo gluteo, ileopsoas, adduttore breve, lungo e grande adduttore, piriforme, sartorio pettineo, otturatore esterno, otturatore interno,quadrato del femore. La Rotazione interna dell’anca invece è possibile grazie medio e piccolo gluteo,tensore fascia lata e grande adduttore. I principali muscoli dell’ estensione dell’anca il grande gluteo; medio e piccolo gluteo ma molti atri muscoli che sono specializzasti ad altri movimenti intervengono in questo movimento La Flessione dell’anca è svolta ileopsoas e dal retto femorale ma anche numerosi muscoli adduttori intervengono in questo movimento Il movimento di Abduzione (allontanare una scoscia dall’altra) è data dal medio gluteo, dal tensore fascia lata, dal grande e piccolo gluteo, dal piriforme e dall’otturatore interno. Adduzione (avvicinare una coscia all’altra) è possibile attraverso il grande adduttore, adduttore lungo, adduttore breve, ma anche dal grande gluteo dal gracile dal pettineo dal quadrato del femore ed infine dall’otturatore esterno.

NERVI DELL' ANCA

Il nervo crurale è un importante nervo periferico degli arti inferiori, che deriva dal cosiddetto plesso lombare e che, con le sue branche, innerva l'inguine, la coscia, la gamba e parte del piede. A livello motorio, il nervo crurale controlla i muscoli flessori dell'anca e i muscoli che estendono il ginocchio . Dal punto di vista sensitivo sensitivo, invece, controlla la sensibilità della porzione anteriore e interna della coscia, del lato interno della gamba e del lato interno del piede. Il nervo crurale può essere vittima di danni o compressione causati da ernia del disco, problemi posturali o a conseguenza di gravi traumatismi.

È IMPORTANTE SAPERE ANCHE CHE...

La protesi d'anca è necessaria solo in due casi se escludiamo le patologie congenite: -quando l'articolazione Coxo-femorale subisce un trauma osseo con riparabile in altro modo, per complessità, localizzazione delle frattura ed età del paziente. -oppure in caso di grave artrosi. La cartilagine che ricopre le superfici articolari degenera, scopre e mette a contatto diretto le superfici ossee. Esistono diverse tipologie di protesi d'anca, la tecnologia e la ricerca hanno permesso di avere risultati straordinari per i pazienti che subiscono questo tipo di interventi. La ripresa dall’intervento è sempre più veloce. Tuttavia c’è un abuso di questo tipo di intervento. Molti pazienti potrebbero evitare l’intervento pianificando per tempo un percorso di fisioterapia mirato.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTI GLI ARTICOLI

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA

COSA DICONO I PAZIENTI
DEI NOSTRI CENTRI