PATOLOGIE PATOLOGIE DELL' ATM

PATOLOGIE PATOLOGIE DELL' ATM

Dolori alla mandibola, mal di testa, rumori mentre apri la bocca, fastidio durante la masticazione, formicolio al volto sono tutti probabili sintomi di una disfunzione all’articolazione temporo-mandibolare, ATM da adesso in poi, una delle articolazioni più delicate e allo stesso tempo più utilizzate del nostro corpo.

È grazie ad essa infatti che riusciamo a parlare, a mangiare, a sbadigliare e respirare quando abbiamo il naso chiuso per il raffreddore, poiché ci permette di muovere e articolare la bocca.

Nel corso di questo articolo parleremo delle patologie di questa articolazione di competenza fisioterapica, partendo dalle basi anatomiche e fisiologiche dell’ATM, proseguiremo con le cause e la spiegazione delle principali patologie fino a concludere, nella parte finale dell’articolo, dei migliori rimedi che offre la fisioterapia.

Buona lettura ☺

Cosa significa Atm?

La parola ATM è un acronimo e significa Articolazione Temporo Mandibolare, poiché come vedrai nel paragrafo riguardante l’anatomia, mette in comunicazione l’osso temporale del cranio con la mandibola.

È un’articolazione molto superficiale e per questo motivo facilmente palpabile, basta mettere le dita ai lati del volto in prossimità dell’orecchio, e poi aprire e chiudere la bocca.
Sentirai come le ossa mandibolari si muovano in concomitanza con la bocca ;)

Cenni di anatomia e fisiologia dell’Atm

dolore mandibolaL’articolazione temporo-mandibolare è una piccola articolazione bilaterale che si trova fra lo zigomo e l’orecchio e mette in comunicazione il condilo articolare della mandibola con la fossa glenoidea dell’osso temporale del cranio.
Il condilo mandibolare ha una forma ovoidale, e non ha grandi dimensioni infatti è lungo circa due centimetri e largo la metà.
Anche per questo motivo l’articolazione temporo-mandibolare è facilmente soggetta a riportare danni nel caso di traumi diretti su di essa.

È un’articolazione molto complessa e fondamentale per la nostra sopravvivenza poiché grazie ad essa riusciamo a effettuare tutti i movimenti della bocca e quindi le più importanti funzioni vitali come mangiare e comunicare verbalmente.

La grande utilità di queste funzioni fanno sì che l’articolazione temporo mandibolare sia utilizzata moltissime volte al giorno, e dunque sia esposta a molti fattori di rischio che possono alterare la sua funzionalità.

L'atm è un'articolazione bilaterale, questa caratteristica rende la biomeccanica piuttosto complessa perché il movimento di un lato influenza inevitabilmente il movimento del lato opposto.

Il movimento dell'articolazione temporo mandibolare è dato da due sistemi:

Ma non è tutto qui, occorre tener presente che ci sono 4 fattori da prendere in esame ogni qualvolta ci si trova ad affrontare un problema temporo-mandibolare:

Questi 4 fattori cooperano tra loro in perfetto equilibrio, e compensano eventuali alterazioni provenienti da agenti esterni o interni.

Quando l'adattamento a queste alterazioni non è più sufficiente si verificano i sintomi del disordine temporo-mandibolare.

Nelle cause dei disordini temporo-mandibolari sono presenti diversi elementi che possono avere diverse origini, come quella:

Quali sono i muscoli che fanno muovere l’atm?
I compartimenti muscolari che partecipano al movimento di questa articolazione sono molti, e puoi leggerli qui di seguito.

Muscoli masticatori:

I muscoli responsabili della masticazione, e per questo chiamati “masticatori” sono 4: massetere, temporale, pterigoideo interno ed esterno e sono quelli che vengono maggiormente presi in esame nel corso del trattamento delle disfunzioni dell’atm.

Sono innervati dallo stesso ramo nervoso, quello del mandibolare, ma non hanno la stessa funzione.

I primi due elencati sono i principali responsabili del movimento di chiusura della bocca, mentre gli ultimi due, cooperano anche per i movimenti di lateralità e protrusione.

In particolare lo pterigoideo esterno è uno dei principali muscoli che stabilizzano l’articolazione atm nel corso del movimento.

Quali sono le patologie più frequenti dell’Atm?

Le più frequenti patologie dell’atm che sono trattate dal fisioterapista sono:

Quali sono i rimedi migliori per queste patologie?

fisioterapia mandibolaSpesso il trattamento per i disordini dell’articolazione temporo-mandibolare, un tempo noti come Sindrome di Costen, richiede un intervento terapeutico integrato di più figure terapeutiche, infatti frequentemente il fisioterapista collabora con l’odontoiatra, otorinolaringoiatra e con il logopedista.

Ogni patologia, e in particolare ogni paziente, richiedono un trattamento specifico in virtù delle caratteristiche della propria articolazione e del proprio quadro sintomatologico.

Ad ogni modo, nei trattamenti per le disfunzioni temporo-mandibolari il fisioterapista applica una serie di tecniche e strategie che differiscono da caso a caso in termini di intensità e frequenza:

Come prevenire le patologie all’Atm?

Sono molti i fattori che concorrono alla prevenzione dell’articolazione temporo mandibolare. Sicuramente una buona dentatura, e una buona postura sono elementi di base per ridurre il rischio di questi disturbi.

È importante che tu sia monitorato nel tempo dal tuo fisioterapista specializzato nel trattamento di questi disordini, se non avverti dolore basta anche un controllo ogni sei mesi, affinché tu possa mantenere il tuo stato di salute.

In funzione delle tue condizioni cervico temporo mandibolari, il fisioterapista saprà consigliarti al meglio le posture, gli esercizi e gli accorgimenti più adatti alla tua condizione

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA

COSA DICONO I PAZIENTI
DEI NOSTRI CENTRI