PATOLOGIE SINDROME DEL PIRIFORME

PATOLOGIE SINDROME DEL PIRIFORME

“Un dolore profondo nella regione del gluteo che tende ad irradiarsi come un formicolio verso la gamba e che aumenta durante la posizione seduta”.

Questa è una delle descrizioni della Sindrome del piriforme, una condizione dolorosa chiamata “sindrome” perché causata da differenti fattori.

Cosa è il piriforme?

Il piriforme è un muscolo del nostro corpo appartenenti ai muscoli dorsali dell’anca.

Ha una forma triangolare e si trova nella parte profonda dei glutei.
Origina dalla faccia pelvica del sacro, lateralmente dai formai sacrali e dal margine della grande incisura ischiatica.

Attraversa nel suo decorso il grande forame ischiatico e si inserisce sulla parte interna del grande trocantere a livello del femore.

Si attiva in posizione eretta in extrarotazione, abduzione dell’anca e partecipa inoltre alla retroversione del bacino.
È innervato dal plesso sacrale (L5-S2).

In alcuni pazienti quando questo muscolo si accorcia a causa di movimenti continui e ripetuti o di traumi può provocare dolore in quanto il piriforme si trova a stretto contatto con il decorso del nervo sciatico.

Cosa è la sindrome del piriforme?

sindrome del piriformeLa sindrome del piriforme è caratterizzata dai seguenti sintomi, che possono essere presenti in parte o in concomitanza:

Questi sintomi vengono esacerbati durante movimenti di rotazione dell’anca e posture fisse di quest’ultima come il mantenere le gambe accavallate.

Per la tipologia di sintomi che la caratterizzano, questa patologia è chiamata anche “falsa sciatica”.
La grande differenza con questa condizione sta nel fatto che la sindrome del piriforme non ha correlazioni con il tratto lombare.

 

Quali sono i fattori di rischio per la sindrome del piriforme?

Sono stati individuati diversi fattori di rischio per questa patologia e di seguito vi elencheremo quelli più noti:

In che modo si effettua la diagnosi per la sindrome del piriforme?

La sindrome del piriforme è diagnosticata da un medico, ortopedico o fisiatra. La diagnosi si effettua con l’analisi del quadro sintomatico del paziente, con la palpazione locale, la visione di esami diagnostici e con l’effettuazione di test specifici di valutazione dell’anca come:

In alcuni casi il medico valuta la possibilità di effettuare anche altri test come: il test di Saudek, il test di Mirkin e il test di Faber.

 

In cosa consiste la Fisioterapia per la sindrome del piriforme?

Il trattamento di questa patologia è costituito dall’applicazione di:

Questi tre elementi vengono integrati in un unico trattamento al fine di ottenere una sinergia virtuosa che nel minor tempo possibile possa produrre il massimo dei benefici:

Se il dolore dovesse superare la soglia di tolleranza sono consigliati farmaci antalgici tipo FANS che vanno a ridurre l’infiammazione sempre sotto stretto controllo del tuo medico.

Per attenuare il dolore è molto utile esporre la zona interessata a fonti di calore come borsa d’ acqua calda o una semplice doccia calda che aiutano il muscolo a rilassarsi.

In caso di esercizi è utile allungare il muscolo piriforme per alleviare il fastidio.

esercizio per sindrome piriforme

Puoi sdraiarti in posizione supina su un tappetino piegando le ginocchia e appoggiando bene i piedi a terra.
Ora solleva una gamba e porta il piede sul ginocchio controlaterale.
Solleva da terra il piede della gamba che ancora poggiava sul tappetino, e mantieni la posizione per circa 10 secondi.
In questo modo l’allungamento del muscolo può diminuire la sintomatologia dolorosa.

Un secondo esercizio che puoi effettuare è sederti su una sedia e portare il piede del lato interessato dal dolore sul ginocchio controlaterale, esercitando una piccola pressione sul ginocchio della gamba piegata in modo tale da aumentare l’allungamento del muscolo. Cerca di mantenere la posizione per 20 secondi.

Questi sono dei piccoli e utili consigli che puoi sfruttare nel caso in cui tu soffra di sindrome del piriforme. L’importante però è rivolgerti a un professionista che possa scegliere il piano terapeutico migliore per il tuo caso.

Come prevenire la sindrome del piriforme?

Data la molteplicità delle cause che generano questa patologia non è semplice delineare un protocollo di prevenzione.

Sicuramente mantenere uno stile di vita sano aiuta a prevenire questa ed altre condizioni dolorose, in aggiunta sicuramente è importante adottare delle posture ergonomiche e specificatamente per la sindrome del piriforme è fondamentale che siano posture simmetriche, in cui sia presente un carico simmetrico per entrambi i lati.

fisioterapia piriforme

Una buona mobilità dell’anca, soprattutto in rotazione esterna e in abduzione sicuramente mantiene in salute anche il muscolo piriforme così come una buona postura del tratto lombare e del bacino.

In ogni caso, per avere un monitoraggio del proprio sistema muscolo scheletrico sono sempre di più i pazienti che scelgono di intraprendere un percorso di fisioterapia preventiva, il cui scopo è quello di effettuare trattamenti (pochi, circa uno al mese) per mantenersi in buone condizioni e limitare il rischio di insorgenza di eventuali disfunzioni di movimento o recidive.


Dott Andrea Pettirossi fisioterapistaAutore:


Dott. Andrea Pettirossi, fisioterapista

linkedin

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA

COSA DICONO I PAZIENTI
DEI NOSTRI CENTRI