PATOLOGIE SACROILEITE

PATOLOGIE SACROILEITE

Un dolore sordo nella parte bassa della schiena, all’altezza del bacino, che viene esacerbato con il movimento, la palpazione o durante la posizione seduta.

Potrebbe trattarsi di sacroileite, una condizione comune a molte persone e che spesso viene trattata nei centri di fisioterapia.

Nel corso di questo articolo parleremo di questa patologia, partendo dalle basi anatomiche del sacro e delle due ossa iliache, proseguiremo spiegando cosa si intende esattamente per sacroileite, quali sono le condizioni cliniche che la caratterizzano, quali sono i probabili fattori che la provocano e in che modo si può trovare beneficio nel minor tempo possibile.

Non ci resta altro che augurarvi buona lettura

Cenni di anatomia e fisiologia

Il sacro e le due ossa iliache che si articolano con esso sono parte di una struttura osteo-articolare molto più ampia chiamata “bacino” a cui partecipano anche le ossa pubiche e ischiatiche.

 

anatomia sacroiliaca

Cosa è la sacroileite?

Come avrai già letto nei nostri articoli, la desinenza –ite nel linguaggio medico indica uno stato infiammatorio, e in questo caso tale infiammazione riguarda l’articolazione sacro iliaca.

La sacroileite può riguardare entrambi le articolazioni di destra e di sinistra (bilaterale) oppure una sola (unilaterale).

Quali sono i sintomi?

I sintomi sono principalmente:

Quali sono le cause?

Le cause della sacroileite possono essere diverse, per questo motivo infatti si parla di “eziologia (=causa) multifattoriale”, e non può essere formulata una prognosi unica per tutte le sacroileiti, ma ogni persona ha una prognosi a sé.

Di seguito ti indichiamo le cause più comuni:

Nei Centri di fisioterapia si trattano le sacroileiti che derivano da problemi biomeccanici, e quindi fondamentalmente i primi quattro elementi indicati.

 

sacroileite le cause dell'infiammazione

Quali sono i migliori rimedi?

Nei Centri di Fisioterapia la sacroileite viene trattata utilizzando i seguenti elementi:

Tecniche di terapia manuale: per ripristinare eventuali disfunzioni di movimento dell’articolazione sacro iliaca e del tratto lombo-sacrale e lombare;

Esercizi muscolari: per rinforzare i muscoli che risultano essere troppo deboli e allungare i muscoli retratti.

Terapia Fisica: i device sono molto importanti perché riescono a dare uno stimolo biologico che la semplice stimolazione manuale non riuscirebbe a dare allo stesso modo.

terapia manuale per la cura della sacroileite

I mezzi fisici più utilizzati sono:

- più prescritto dai medici di base;

- più ricercato su google dagli utenti italiani;

- più venduto in italia;

- più utilizzato dai fisioterapisti.

La tecarterapia utilizza un campo elettromagnetico ad alta frequenza al fine di sviluppare calore endogeno all’interno dei tessuti che ha effetti chimici, termici e meccanici sul tessuto, e consentono di accelerare i tempi di guarigione.

tecarterapia cime aiuta e cura la sacroileite

Ovviamente nel percorso conservativo il terapista dirà al paziente tutte quelle indicazioni che possono agevolare il miglioramento clinico.

In alcuni casi l'applicazione di  ghiaccio  sulla zona della schiena dolente almeno due volte al giorno può essere un buon aiuto per il paziente, la sospensione di tutte quelle attività che tendono a peggiorare il dolore alla schiena come il chinarsi per prendere un oggetto a terra senza flettere le anche deve diventare la base di un modo di muoversi più salutare.

Anche l'adozione di una postura, durante il sonno, che produca sollievo nella zona inferiore della colonna non è da sottovalutare.

 

Il trattamento invasivo e la chirurgia

Il trattamento invasivo viene applicato quando qualsiasi terapia conservativa ha fallito.

Esistono diverse tecniche invasive come:

ARTICOLI CORRELATI
TUTTI GLI ARTICOLI

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA

COSA DICONO I PAZIENTI
DEI NOSTRI CENTRI