Cerca
Vuoi navigare al meglio dal tuo smartphone? Vai alla pagina ottimizzata AMP (Accelerated Mobile Pages)

Introduzione - Dolore dietro al ginocchio: cosa lo provoca e quali sono i rimedi

Hai dolore dietro al ginocchio? 


Il dolore nella parte posteriore del ginocchio è un sintomo molto diffuso.

Le ragioni per cui puoi provare dolore dietro al ginocchio sono molte, in questo articolo ci impegnamo a darti una risposta concreta a questa problematica molto diffusa.

ATTENZIONE!
Tutti vogliono trovare velocemente una soluzione al loro "dolore dietro al ginocchio" ma leggi fino in fondo e con attenzione questo articolo, le cause del tuo problema possono essere diverse e una valutazione superficiale può farti intraprendere un percorso di trattamento sbagliato.
Nel testo a seguire troverai le cause più comuni che posssono causare il dolore dietro al ginocchio, quali sono i trattamenti più indicati e come trovare lo specialista più adatto per risolvere il tuo problema.

Tutti gli articoli di Fisioterapia Italia sono articoli scritti da MEDICI SPECIALISTI e/o da un FISIOTERAPISTA specializzato, che si occupano ogni giorno della salute dei loro pazienti!


Una valutazione fisioterapica può aiutarti FACILMENTE e VELOCEMENTE a CAPIRE il problema e RISOLVERLO


 

fossa polpitea dietro al ginocchio

Introduzione - Dolore dietro al ginocchio: cosa lo provoca e quali sono i rimedi

Hai dolore dietro al ginocchio? 


Il dolore nella parte posteriore del ginocchio è un sintomo molto diffuso.

Le ragioni per cui puoi provare dolore dietro al ginocchio sono molte, in questo articolo ci impegnamo a darti una risposta concreta a questa problematica molto diffusa.

ATTENZIONE!
Tutti vogliono trovare velocemente una soluzione al loro "dolore dietro al ginocchio" ma leggi fino in fondo e con attenzione questo articolo, le cause del tuo problema possono essere diverse e una valutazione superficiale può farti intraprendere un percorso di trattamento sbagliato.
Nel testo a seguire troverai le cause più comuni che posssono causare il dolore dietro al ginocchio, quali sono i trattamenti più indicati e come trovare lo specialista più adatto per risolvere il tuo problema.

Tutti gli articoli di Fisioterapia Italia sono articoli scritti da MEDICI SPECIALISTI e/o da un FISIOTERAPISTA specializzato, che si occupano ogni giorno della salute dei loro pazienti!


Una valutazione fisioterapica può aiutarti FACILMENTE e VELOCEMENTE a CAPIRE il problema e RISOLVERLO


 

fossa polpitea dietro al ginocchio

Dolore dietro alle ginocchia

Quando un paziente sente dolore dietro al ginocchio deve prima di tutto stare sereno, nella maggioranza dei casi il dolore in questa zona del corpo non é un sintomo di una patologia grave. 

Subito dopo è utile saper ascoltare i sintomi perché a seconda del tipo di dolore, alla sua insorgenza, la modalità in cui si manifesta, è possibile indirizzare il ragionamento clinico e la diagnosi. 

È quindi utile raccogliere le informazioni da comunicare al medico o al fisioterapista nel momento della visita o della valutazione funzionale.

Di seguito abbiamo raccolto una serie di domande a cui rispondere, da annotare per aiutare lo specialista a capire quale è la causa del dolore dietro al ginocchio:

  • Quando è comparso il dolore dietro al ginocchio?
  • Dalla sua insorgenza ad oggi, il dolore è migliorato, diminuito o è rimasto uguale?
  • Il dolore dietro al ginocchio è iniziato dopo un trauma o in modo spontaneo?
  • Il dolore dietro al ginocchio è aumentato gradualmente o è iniziato in modo improvviso?
  • Il dolore dietro al ginocchio cambia nell’arco delle 24 ore?
  • In quale tipo di attività o in quale movimento il dolore aumenta?
  • In quale attività o in quale tipo di attività il dolore diminuisce?
  • In una scala da 0 a 10 (VAS) che valore attribuisce al suo dolore dietro al ginocchio?
  • Il dolore è superficiale o profondo?
  • Il dolore è continuo o intermittente?
  • Il dolore ha una particolare caratteristica o può essere descritto con un particolare aggettivo? 

 


Una valutazione fisioterapica può aiutarti FACILMENTE e VELOCEMENTE a CAPIRE il problema e RISOLVERLO.


 

Articolazione del ginocchio

Il ginocchio è l’articolazione più grande del corpo, è formata dall’estremità inferiore del femore, dall’estremità superiore della tibia e dalla rotula.

Anatomicamente questi tre segmenti appartengono a un’unica articolazione, ma a livello funzionale formano due articolazioni:

  • Articolazione Femoro-tibiale: tra femore e tibia ;
  • Articolazione Femoro-rotulea: tra femore e rotula.

Con questa premessa puoi comprendere la complessità di questa articolazione, che può subire una disfunzione dell’articolazione femoro-rotulea e/o di quella femoro-tibiale, oppure può essere affetta da un disturbo che deriva dalle articolazioni vicine come anca e piede o che può riguardare il sistema nervoso periferico.

La zona dolente dietro al ginocchio, l'area spesso dolente dietro al ginocchio, è chiamata cavo popliteo o poplite ed è delimitata da precise strutture anatomiche.

Dolore dietro al ginocchio cavo popliteo

Il cavo popliteo è uno spazio a forma di diamante che si trova dietro l'articolazione del ginocchio.

Si forma tra i muscoli nei compartimenti posteriori della coscia e della gamba. Questo punto di riferimento anatomico è la via principale attraverso la quale passano numerose strutture dalla coscia alla gamba.

Il cavo popliteo è delimitato in alto dalla parte terminale dei muscoli che provengono dalla coscia, in basso dal gastrocnemio, uno dei muscoli del polpaccio, lateralmente dal semitendinoso, dal semimembranoso e dai tendini dei muscoli flessori della gamba sulla coscia.

All’interno del cavo popliteo troviamo:

  • L'arteria poplitea. La più profonda delle strutture neurovascolari presenti nel cavo popliteo. È una continuazione dell'arteria femorale e appare sul lato mediale superiore sotto il margine del muscolo semimembranoso;
  • La vena poplitea. È superficiale e viaggia con l'arteria poplitea;
  • Il nervo tibiale e il nervo peroneo comune. Sono i due rami principali del nervo sciatico. Sono le strutture neurovascolari più superficiali della fossa poplitea. Appaiono sotto il margine dei muscoli bicipite e femorale;
  • Il muscolo popliteo. È uno dei principali stabilizzatori posterolaterali dell'articolazione del ginocchio, determina sia la rotazione mediale, che laterale del ginocchio.

Una valutazione fisioterapica può aiutarti FACILMENTE e VELOCEMENTE a CAPIRE il problema e RISOLVERLO.

 

Dolore dietro il ginocchio quando lo piego

Ci sono diverse cause di dolore al ginocchio durante la flessione del ginocchio. Le possibili condizioni includono:

  • Infiammazione del cavo popliteo o lesione del muscolo popliteo;
  • Cisti di Baker;
  • Tendinite del ginocchio. Nello specifico del tendine del muscolo popliteo.

muscolo popliteo

Se vuoi risolvere questa problematica cerca subito il centro FISIOTERAPIA ITALIA più vicino a Te.


Una valutazione fisioterapica può aiutarti FACILMENTE e VELOCEMENTE a CAPIRE il problema e RISOLVERLO.

Lesione del muscolo popliteo

La lesione del muscolo popliteo è generalmente traumatica e il paziente riferisce nella sua storia clinica un movimento, solitamente in estensione o iperestensione, in cui ha sentito stirare la parte posteriore del ginocchio con un’immediata insorgenza di dolore.

L’ecografia, insieme alla valutazione clinica, consentirà di effettuare una diagnosi precisa di questo disturbo e di iniziare un intervento riabilitativo mirato. Anche in assenza di lesioni, il muscolo popliteo può presentare delle contratture o dei trigger point che provocano il sintomo.

Questo muscolo, infatti, può contrarsi per proteggere il ginocchio dopo un recente trauma o durante la fase acuta di una problematica interna all'articolazione, come una lesione al menisco o un quadro clinico di artrosi del ginocchio (gonartrosi).

Il piano di trattamento di questa patologia normalmente prevede l’utilizzo di tecniche manuali integrate come il massaggio trasverso profondo, tecniche fasciali anche in distretti lontani e terapia fisica per il ginocchio come ultrasuoni, tecarterapia, crioterapia, laserterapia, esercizi funzionali specifici per il ginocchio, stretching e autoposture.

Cisti di Baker

La cisti di Baker è una sacca (possono essere anche più di una) contenente liquido, che si forma nella parte posteriore del ginocchio.

Generalmente questa formazione è dovuta a un allargamento della borsa (piccola sacca contenente liquido avente lo scopo di proteggere le strutture, consentire una migliore distribuzione delle forze e limitare lo sfregamento) del gastrocnemio e semitendinoso, due tendini che si inseriscono proprio dietro al ginocchio.

Questa cisti si può presentare sia in età giovanile fra i 7 e i 12 anni (Cisti di Baker Primaria), che in età adulta, soprattutto in una fascia di età che va dai 30 ai 50 anni (Cisti di Baker Secondaria).

La Cisti di Baker che compare in età adulta solitamente è secondaria a traumi come le lesioni meniscali e legamentose, oppure può comparire a seguito di patologie infiammatorie come l’artrite. Questa condizione può generare una sintomatologia dolorosa caratterizzata da limitazione funzionale, dolore e rigidità articolare. La cisti di Baker compare quasi sempre in un solo ginocchio e può avere una grandezza che oscilla da pochi millimetri a qualche centimetro. Nell’adulto la cisti di Baker ha spesso una via di comunicazione con l’articolazione ed è stata addirittura ipotizzato un meccanismo a valvola, che consente il passaggio di liquido dalla cisti all’articolazione stessa.

Quando il paziente presenta dolore dietro al ginocchio dovuto a una o più cisti di Baker è utile recarsi dal medico o presso un centro di fisioterapia. Dopo un’attenta valutazione clinica può essere utile approfondire la diagnosi mediante tecniche di diagnostica strumentale. Anche in questo caso l’ecografia può essere l’esame adatto a scoprire l’eventuale presenza di una cisti.

I sintomi da cisti di Baker possono essere risolti con un ciclo di fisioterapia di qualità. Solitamente si interviene con strumenti di terapia fisica ad alta energia come l’ipertermia, la laserterapia o la tecarterapia, che, fra i tanti benefici, riducono lo stato infiammatorio e accelerano il metabolismo cellulare. Qualora la fisioterapia da sola non fosse sufficiente è possibile drenare la cisti mediante una siringa. Questa procedura consente di svuotare la cisti e dare quindi un sollievo immediato al paziente e, in alcuni casi, inoculare dei farmaci per controllare l'infiammazione della zona. Tuttavia è una pratica più invasiva che si cerca di ridurre al minimo, visto che non è raro che il liquido tolto con la siringa e non riassorbito gradualmente dal corpo, si riformi in poco tempo. Ad ogni modo è opportuno integrare il drenaggio con la fisioterapia in modo da diminuire lo stato infiammatorio dei tessuti, per cambiare posture e per effettuare un rinforzo muscolare che diminuisca i fattori meccanici che possono far sviluppare nuovamente la cisti.

In casi rari, per risolvere il dolore dietro al ginocchio prodotto da una cisti di Baker, può essere necessario intervenire chirurgicamente.

Dolore dietro il ginocchio quando lo stendo

Alcune condizioni causano dolore che colpisce le ginocchia solo quando si tenta di stenderle. Le condizioni comuni che causano questo tipo di dolore includono:

  • Lesioni del menisco. Il menisco è un piccolo pezzo di cartilagine che si trova su ciascun lato delle ginocchia. Ci sono due menischi in ogni ginocchio. La funzione dei menischi è quella di assorbire gli shock alle ginocchia e impedire alle ossa di consumarsi l'una con l'altra. Una lesione traumatica che provoca una violenta torsione del ginocchio può causare la rottura di un menisco. Un menisco lacerato potrebbe piegarsi su se stesso, impedendo di raddrizzare completamente la gamba e causare dolore al ginocchio quando si prova a stendere la gamba. Le lesioni ai menischi provocano, generalmente, dolore nella parte interna o esterna del ginocchio. Alcune particolari lesioni, come ad esempio la lesione al corno posteriore meniscale, può dare un dolore che il paziente riferisce come “dolore dietro al ginocchio”. L’esame che meglio consente di evidenziare questo tipo di lesione è sicuramente la risonanza magnetica. Va specificato che non tutte le lesioni meniscali trovano necessariamente la soluzione nella chirurgia artroscopica. Ci sono, infatti, molti pazienti che trovano una soluzione ottimale con un intervento riabilitativo;
  • Ginocchio del corridore. È una condizione in cui il tendine che collega la rotula allo stinco si infiamma a causa di movimenti ripetitivi. Questo può rendere dolorosa la zona intorno alla rotula quando si prova a raddrizzare completamente la gamba. Il dolore intorno alla rotula viene spesso definito “ginocchio del corridore” poiché i corridori spesso piegano le ginocchia e assorbono numerosi shock, ma è una condizione che può colpire chiunque;
  • Muscoli tesi. Lo sforzo eccessivo del ginocchio può far allungare o strappare uno o più muscoli della coscia o dello stinco. Alcuni fasci muscolari causano dolore che colpisce il ginocchio sia piegato che dritto, ma altri potrebbero causare dolore solo quando si prova a stendere completamente il ginocchio.

lesioni del menisco

Dolore dietro al ginocchio quando mi alzo dalla sedia

Quando si è inattivi per un lungo periodo, si potrebbe provare dolore dietro al ginocchio. Stare seduti per un certo periodo di tempo può causare l'irrigidimento dei muscoli e dei tendini e questo può causare dolore dietro alle ginocchia.

Il dolore dietro alle ginocchia quando ci si alza dalla sedia potrebbe indicare cause sottostanti, come:

Artrosi. L'artrosi colpisce, solitamente, persone di età superiore ai 50 anni, ma può comparire anche in persone più giovani;

Ginocchio del corridore (vedi sopra). Le persone che soffrono di questa patologia sperimentano, comunemente, anche disagio al ginocchio quando si accovacciano e camminano su e giù per le scale.

Chi lavora molte ore seduto potrebbe seguire questi passaggi per alleviare il dolore dietro al ginocchio e altri dolori articolari:

  • Scegliere una sedia ergonomica che supporti adeguatamente le curve della colonna vertebrale;
  • Impostare l'altezza della sedia in modo che quando i piedi sono appoggiati a terra, le cosce siano parallele al pavimento;
  • Prendere in considerazione un poggiapiedi;
  • Regolare i braccioli della sedia in modo che le braccia possano poggiarsi comodamente su di essi con le spalle rilassate;
  • La scrivania dovrebbe lasciare spazio a ginocchia, cosce e piedi;
  • Se si lavora al computer, mettere il monitor direttamente di fronte a se con la parte superiore dello schermo all'altezza degli occhi.

artrosi ginocchio

Diagnosi dolore dietro al ginocchio

Oltre a raccogliere le informazioni elencate precedentemente, per fare un’accurata diagnosi della situazione, un medico o un fisioterapista analizzeranno l’anamnesi del paziente (patologie o interventi chirurgici pregressi, età del paziente, attività e stile di vita) e, in base alle competenze, potranno scegliere quali test effettuare per avere conferma del ragionamento clinico ed eventualmente richiedere un esame diagnostico a conferma.

Dolore dietro al ginocchio, il muscolo popliteo e il menisco

Un altro importante fattore che potrebbe causare dolore dietro al ginocchio è rappresentato dai problemi di neurodinamica: ovvero di mobilità del sistema nervoso periferico.

Esistono numerose ramificazioni del nervo sciatico nella parte posteriore del ginocchio e, attraverso test clinici e mobilizzazioni specifiche, è possibile valutare, trattare e risolvere questa condizione.

In questi casi è opportuno che il paziente esegua esercizi di neurodinamica anche a casa, per mobilizzare ed elasticizzare più efficacemente i tessuti che rivestono il nervo e che generano il dolore dietro al ginocchio.

Questo tipo di quadro clinico necessita della valutazione di un fisioterapista esperto di neurodinamica.

ginocchio e neurodinamica

Il test più utilizzato per valutare se il dolore dietro al ginocchio è causato da un problema di neurodinamica è lo SLUMP TEST. Il paziente viene posizionato come nella foto: seduto comodo con una leggera flessione della colonna in avanti.

Gli si chiede di estendere prima il ginocchio con il dolore e poi il controlaterale per valutare la differenza e se effettivamente l'estensione del ginocchio da questa posizione determina la comparsa del sintomo.

A questo punto, mantenendo la posizione, si chiede una flessione del capo in avanti, se il sintomo cambia si potrebbe essere in presenza di un problema di natura neurodinamica.

Il miglior consiglio è quello di far eseguire un test ad un fisioterapista specializzato in questo tipo di metodica.

La neurodinamica, infatti, non è una disciplina approfondita durante il percorso universitario del fisioterapista, ma una formazione post universitaria. Questo tipo di approccio non riguarda solo il ginocchio o la lombare, ma tutti gli altri distretti corporei come ad esempio braccia e spalle.

Un dolore dietro al ginocchio che ha una causa di natura neurodinamica, molto spesso, non può essere evidenziato attraverso un esame strumentale (ecografia o risonanza magnetica), quindi l’esame clinico e i relativi test, sono l’unico modo per una diagnosi precisa.

Fisioterapia per dolore dietro al ginocchio

E’ necessario specificare che non vi è sempre un’esatta corrispondenza tra dolore dietro al ginocchio e struttura tessutale sofferente, per questo, quando ci si trova di fronte ad un paziente che lamenta dolore dietro al ginocchio, è sempre utile effettuare una valutazione che prenda in esame tutte le strutture appartenenti al complesso articolare del ginocchio e anche tutte le strutture che possono dare un dolore riferito dietro al ginocchio.

Alcune forme di sciatalgia, ad esempio, possono dare dolore riferito dietro al ginocchio, ma hanno insorgenza nella schiena, così come alcune patologie dell’articolazione sacro-iliaca possono dare dolore che arriva fin dietro al ginocchio.

La valutazione di un fisioterapista specializzato non si sostituisce la visita ortopedica, ma è fondamentale per creare un percorso di fisioterapia specifico per il problema.

Il fisioterapista esegue una serie di test articolari, muscolari, funzionali, neurologici e neurodinamici solo dopo aver fatto una serie precisa di domande al paziente. Questo modo di condurre la così detta "intervista al paziente" deriva dalla terapia manuale anglosassone (che non è la terapia fatta con le mani, ma un modo di ragionare che utilizzano i fisioterapisti specializzati).

La fisioterapia aiuta a ridurre il rischio di dover arrivare all'intervento chirurgico, riduce l'assunzione di farmaci, migliora il movimento e la qualità di vita.

Se vuoi risolvere questa problematica cerca subito il centro FISIOTERAPIA ITALIA più vicino a te.

Autori

Luca Luciani

Dott.re in Fisioterapia

Fisioterapista, Imprenditore nel settore sanitario e Business Coach.

Dopo la laurea in fisioterapia, ha approfondito le sue conoscenze studiando osteopatia e terapia manuale. Si è specializzato frequentando i corsi di:

  • Maitland,
  • Cyriax,
  • Mulligan,
  • McKenzie,
  • Neurodynamic Solutions.

Ha frequentato aule con docenti internazionali come:

  • Jill Cook,
  • Michael Shacklock,
  • Gwen Jull,
  • Paul Hodges della University of Queensland
  • Shirley Sahrmann della Washington University di S. Louis.

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA
ARTICOLI CORRELATI PIÙ LETTI
TUTTI GLI ARTICOLI
Sei un fisioterapista? Trova fisioterapista