Cerca

Mal di schiena e ileopsoas: cause, rimedi ed esercizi

Data pubblicazione: 19/07/2022
Ultimo aggiornamento: 19/07/2022

Vuoi navigare al meglio dal tuo smartphone? Vai alla pagina ottimizzata AMP (Accelerated Mobile Pages)

Introduzione - Mal di schiena e ileopsoas: cause, rimedi ed esercizi

Sempre più studi dimostrano come esista una relazione tra mal di schiena e disfunzione dell’ileopsoas. Indipendentemente dal tipo di dolore, il mal di schiena lombare, in qualche modo, coinvolge il muscolo ileopsoas.

Il mal di schiena è un insieme di patologie che può avere caratteristiche molto varie. Alcuni pazienti possono descrivere il dolore come sordo, mentre altri sperimentano qualcosa di più simile a una pugnalata. Alcuni potrebbero anche scoprire che il loro dolore parte da zone lontane del corpo, come la cervicale, la gamba o il piede. Questo perché la schiena è un insieme di muscoli diversi e ciascuno svolge ruoli unici nel movimento del corpo.

Identificare una causa specifica per il mal di schiena rappresenta una sfida diagnostica per i medici clinici.

Emergono sempre più prove che dimostrano come il mal di schiena, più nello specifico la lombalgia, coesista con i disturbi dell'anca I pazienti con lombalgia presentano spesso un range di movimento dell'anca limitato e, dopo l'intervento per la patologia dell'anca, è stato osservato un miglioramento significativo della lombalgia.

Il muscolo ileopsoas è considerato il principale flessore dell'anca e svolge un ruolo chiave nello stabilizzare la parte bassa della schiena oltre ad essere vitale per l'equilibrio, per camminare e per piegarsi in avanti.

Introduzione - Mal di schiena e ileopsoas: cause, rimedi ed esercizi

Sempre più studi dimostrano come esista una relazione tra mal di schiena e disfunzione dell’ileopsoas. Indipendentemente dal tipo di dolore, il mal di schiena lombare, in qualche modo, coinvolge il muscolo ileopsoas.

Il mal di schiena è un insieme di patologie che può avere caratteristiche molto varie. Alcuni pazienti possono descrivere il dolore come sordo, mentre altri sperimentano qualcosa di più simile a una pugnalata. Alcuni potrebbero anche scoprire che il loro dolore parte da zone lontane del corpo, come la cervicale, la gamba o il piede. Questo perché la schiena è un insieme di muscoli diversi e ciascuno svolge ruoli unici nel movimento del corpo.

Identificare una causa specifica per il mal di schiena rappresenta una sfida diagnostica per i medici clinici.

Emergono sempre più prove che dimostrano come il mal di schiena, più nello specifico la lombalgia, coesista con i disturbi dell'anca I pazienti con lombalgia presentano spesso un range di movimento dell'anca limitato e, dopo l'intervento per la patologia dell'anca, è stato osservato un miglioramento significativo della lombalgia.

Il muscolo ileopsoas è considerato il principale flessore dell'anca e svolge un ruolo chiave nello stabilizzare la parte bassa della schiena oltre ad essere vitale per l'equilibrio, per camminare e per piegarsi in avanti.

Muscolo ileopsoas

L'ileopsoas è un muscolo grande e potente composto da 2 parti: il muscolo iliaco e lo psoas. Questi muscoli lavorano insieme per flettere l'anca.

Il muscolo psoas si attacca a ciascuna delle 5 vertebre nella parte bassa della schiena, quindi viaggia verso il basso e si attacca all'osso del femore, appena sotto l'articolazione dell'anca. Lungo la strada, lo psoas si fonde il muscolo iliaco e forma il gruppo muscolare noto come Ileopsoas.

Il ruolo principale dell'ileopsoas è spostare l'anca in flessione, piegandola verso l'alto. Se sei attualmente seduto, puoi attivare il tuo ileopsoas sollevando la parte posteriore del ginocchio dal tuo sedile.

Sebbene i muscoli iliaco e psoas inizino in punti diversi (lo psoas ha origine dalla colonna vertebrale, mentre l'iliaco ha origine dall'osso dell'anca), entrambi finiscono nello stesso punto: la parte superiore del femore. È a questo punto: l'inserimento, che si verifica la maggior parte delle lesioni dell’ileopsoas.

Ileopsoas danneggiato

Il muscolo ileopsoas può subire diversi danni tra cui:

  • Tendinopatia dell’ileopsoas. Infiammazione del muscolo ileopsoas che può interessare anche la borsa situata sotto il tendine del muscolo ileopsoas. È prevalentemente causata dalla flessione ripetitiva dell'anca, con conseguente infiammazione;
  • Sindrome dell’ileopsoas. Allungamento, lacerazione o rottura completa del muscolo e/o del tendine dell’ileopsoas. È causata da un'improvvisa contrazione del muscolo ileopsoas, che si traduce in una rottura o una lacerazione del muscolo, di solito nel punto in cui il muscolo e il tendine si connettono.

Una delle cose peggiori per la salute del muscolo ileopsoas è condurre uno stile di vita sedentario. Lunghi periodi di inattività contraggono, infatti, il muscolo ileopsoas. La contrazione di questo muscolo porta a rigidità e mobilità ridotta. Questi sintomi diventeranno particolarmente evidenti nella parte bassa della schiena e nell'anca.

Il muscolo ileopsoas ha la particolarità di prendere contatto con numerosi organi come: reni, legamenti dell’utero, diaframma e intestino. Se l’ileopsoas è contratto o infiammato può essere responsabile di patologie del nervo sciatico, patologie vertebrali e dell’anca. Questo muscolo, inoltre, può essere coinvolto in disturbi che apparentemente non hanno nulla a che fare con la componente muscolare, ad esempio disturbi della digestione, mestruazioni dolorose, disturbi degli organi addominali e sensazione di respiro corto.

ileopsoas e lombalgia

Ileopsoas e lombalgia

Ogni volta che il muscolo psoas si contrae, trascina la colonna vertebrale in una condizione nota come iperlordosi. Il muscolo tira e accorcia la colonna vertebrale in una posizione inarcata. Naturalmente, questo mette a dura prova i muscoli della colonna vertebrale, in particolare i muscoli erettori spinali. I muscoli non sono gli unici tessuti colpiti poiché la contrazione dello psoas sollecita anche le articolazioni vertebrali.

Questo è, in definitiva, ciò che causa dolore alla schiena associato alla contrazione dell’ileopsoas.

Un muscolo psoas contratto causerà anche la compressione dei dischi e delle articolazioni spinali. Questo perché il muscolo tira e torce le vertebre, portando alla compressione. La compressione spinale provoca dolore e, con il passare del tempo, logora le strutture spinali. Tutto questo porta a danni strutturali, malattie degenerative del disco e talvolta ernie.

mal di schiena ileopsoas sintomi

Mal di schiena e ileopsoas: sintomi

Quando il mal di schiena dipende dal muscolo ileopsoas, il dolore è localizzato o nel tratto lombare o nella parte anteriore della coscia. Uno dei segni rivelatori di mal di schiena associato alla contrazione dell’ileopsoas è che la tensione alla schiena non scompare. Anche nel caso in cui il muscolo ileopsoas sia già stato trattato da un fisioterapista. Invece di un ritorno alla normalità, la condizione continua a peggiorare sempre di più.

Di solito, questo tipo di dolore “da ileopsoas” si irradia dalla regione lombare alle aree dorsale e cervicale. In alcuni casi il dolore può anche diffondersi nella regione vicina dell'anca. Di solito questa condizione interessa gli atleti (a causa dello sforzo) e gli impiegati (a causa di uno stile di vita più sedentario). Se stai troppo seduto, con il tempo, lo psoas diventerà più debole, impedendogli di essere in grado di gestire uno sforzo con facilità. Quando ciò accade, il muscolo può subire una lacerazione o addirittura strapparsi.

Il tessuto muscolare guarisce molto lentamente, quindi i pazienti dovrebbero fare tutto ciò che è in loro potere per evitare questo risultato. Gli strappi del muscolo psoas portano alla comparsa di cicatrici dopo la guarigione, che causeranno dolore e debolezza a lungo termine. Non solo, ma possono verificarsi lesioni muscolari anche nei muscoli che lo circondano. Negli scenari peggiori una contrazione eccessiva dello psoas può portare addirittura alla comparsa di un'ernia del disco nella colonna lombare.

Poiché il dolore da psoas spesso si diffonde ad altre aree, può essere molto difficile per i pazienti autodiagnosticare la propria condizione. Se soffri di mal di schiena cronico o addirittura di disagio in aree apparentemente non correlate, parla con il tuo medico o con un fisioterapista di uno dei nostri centri di Fisioterapia Italia .

Mal di schiena e ileopsoas: trattamento

La posizione del muscolo ileopsoas rende difficile esaminarlo completamente. In altre parole, è semplicemente difficile da raggiungere. Questo è il motivo per cui è importante consultare un medico, o un fisioterapista qualificato, invece di tentare di autodiagnosticare il problema.

L'obiettivo del trattamento del mal di schiena da muscolo ileopsoas è quello di individuare e modificare i problemi dello stile di vita del paziente. Il modo migliore per curare il mal di schiena è evitarlo. Se il tuo ambiente di lavoro richiede di stare seduto per lunghi periodi di tempo, trova un piccolo momento per fare una pausa e allungare i muscoli. Ricorda che i problemi alla colonna vertebrale si sviluppano a piccoli incrementi, per lunghi periodi di tempo; quindi, ogni piccolo allungamento aiuta.

La maggior parte dei trattamenti del mal di schiena lombare da muscolo ileopsoas sono conservativi. Le persone di solito ricorrono alla fisioterapia e ad esercizi di stretching. Se decidi di allungare il muscolo ileopsoas, assicurati di eseguire esercizi appropriati. Non allungare eccessivamente questo muscolo, potrebbe causare ancora più dolore e problemi.

mal di schiena ileopsoas esercizi fisioterapia

Mal di schiena e ileopsoas: esercizi

Di seguito e nel video allegato troverai 3 esercizi che ti aiuteranno a rilassare e tonificare il muscolo ileopsoas in caso di mal di schiena:

I ESERCIZIO – (3 SERIE DA 10 RIPETIZIONI CON 1 MINUTO DI RECUPERO)

  • Sdraiati a terra,
  • Posizione supina, ginocchia a 90°, anche a 90° e caviglie a 90°,
  • Fletti ulteriormente le anche,
  • Mantieni la lombare appiattita, cercando di dare una leggere contrazione all’addome,
  • Stendi le gambe in maniera alternata.

II ESERCIZIO – ROTAZIONE ESTERNA DELLA GAMBA CON FLESSIONE E ABDUZIONE (3 SERIE DA 10 RIPETIZIONI CON 1 MI UTO DI RECUPERO)

  • Siediti a terra,
  • Procurati una banda elastica,
  • Posizionala a livello delle caviglie,
  • Divarica leggermente le gambe,
  • Effettua una rotazione esterna della gamba con flessione e abduzione.

III ESERCIZIO – STRETCHING DEL MUSCOLO ILEOPSOAS (3 SERIE PER LATO)

  • Parti dalla posizione del cavalier servente,
  • Poggia i pugni sul pavimento,
  • Passa i 90° in estensione del femore,
  • Mantieni questa posizione per 30/40 secondi per lato.

Autori

Luca Luciani

Dott.re in Fisioterapia

Fisioterapista, Imprenditore nel settore sanitario e Business Coach.

Dopo la laurea in fisioterapia, ha approfondito le sue conoscenze studiando osteopatia e terapia manuale. Si è specializzato frequentando i corsi di:

  • Maitland,
  • Cyriax,
  • Mulligan,
  • McKenzie,
  • Neurodynamic Solutions.

Ha frequentato aule con docenti internazionali come:

  • Jill Cook,
  • Michael Shacklock,
  • Gwen Jull,
  • Paul Hodges della University of Queensland
  • Shirley Sahrmann della Washington University di S. Louis.

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA
ARTICOLI CORRELATI PIÙ LETTI
TUTTI GLI ARTICOLI
Sei un fisioterapista? Trova fisioterapista