Ultrasuonoterapia

Ultrasuonoterapia

Introduzione - Ultrasuonoterapia

Ultrasuonoterapia

L'ultrasuonoterapia utilizza vibrazioni sonore a frequenza talmente elevata da non essere percepibili all'orecchio umano. Gli ultrasuoni sono ottenuti artificialmente sfruttando la proprietà di alcuni cristalli di minerali, come la tormalina, il topazio, il quarzo e ceramiche policristalline, che, sottoposti all'azione di un campo elettrico di corrente alternata, si dilatano e si comprimono, emettendo vibrazioni. L'irradiazione ultrasonica così generata, che può essere  continua o pulsata, provoca un micromassaggio molto intenso che agisce in profondità nei tessuti. E' controindicata in caso di tumori, gravidanza, diabete, malattie cardiocircolatorie, varici degli arti inferiori.

Patologie e disturbi  in cui si usa la ultrasuonoterapia

Sciatalgie, nevriti, periartriti scapolo-omerali, epicondiliti, morbo di Dupuytren, reumatismi, malattie metaboliche, contratture muscolari, tendiniti.

La tecnica della ultrasuonoterapia

L'ultrasuonoterapia si basa sull'uso di apparecchi costituiti da un generatore di corrente ad alta frequenza, da un cavo schermato e da una testina che viene posta sulla zona da trattare. Le tecniche prevedono il trattamento a contatto diretto oppure quello a contatto indiretto. Nel primo caso, sulla zona da trattare viene spalmato un gel di natura conduttiva che permette una migliore trasmissione delle vibrazioni sonore e la sonda viene spostata con un movimento rotatorio molto lento. Il secondo trattamento si svolge in acqua e la parte da trattare viene immersa in una bacinella di acqua tiepida, mentre la sonda è tenuta ad una distanza di circa 1 cm. dalla cute. L'ultrasuonoterapia in acqua viene applicata su piedi, mani, malleoli e gomiti. Gli effetti biologici degli ultrasuoni sono di natura meccanica, termica, chimica e cavitazionale (formazione di vapore e bolle) In entrambi i trattamenti, le sedute durano circa 10 minuti ed iniziano con potenze modeste per poi aumentare gradatamente.

Benefici della ultrasuonoterapia

Riduzione del dolore e del gonfiore, riallineamento delle fibre di collagene, biostimolazione cellulare, azione rilassante delle strutture muscolari, risoluzione delle contratture.

Introduzione - Ultrasuonoterapia

Ultrasuonoterapia

L'ultrasuonoterapia utilizza vibrazioni sonore a frequenza talmente elevata da non essere percepibili all'orecchio umano. Gli ultrasuoni sono ottenuti artificialmente sfruttando la proprietà di alcuni cristalli di minerali, come la tormalina, il topazio, il quarzo e ceramiche policristalline, che, sottoposti all'azione di un campo elettrico di corrente alternata, si dilatano e si comprimono, emettendo vibrazioni. L'irradiazione ultrasonica così generata, che può essere  continua o pulsata, provoca un micromassaggio molto intenso che agisce in profondità nei tessuti. E' controindicata in caso di tumori, gravidanza, diabete, malattie cardiocircolatorie, varici degli arti inferiori.

Patologie e disturbi  in cui si usa la ultrasuonoterapia

Sciatalgie, nevriti, periartriti scapolo-omerali, epicondiliti, morbo di Dupuytren, reumatismi, malattie metaboliche, contratture muscolari, tendiniti.

La tecnica della ultrasuonoterapia

L'ultrasuonoterapia si basa sull'uso di apparecchi costituiti da un generatore di corrente ad alta frequenza, da un cavo schermato e da una testina che viene posta sulla zona da trattare. Le tecniche prevedono il trattamento a contatto diretto oppure quello a contatto indiretto. Nel primo caso, sulla zona da trattare viene spalmato un gel di natura conduttiva che permette una migliore trasmissione delle vibrazioni sonore e la sonda viene spostata con un movimento rotatorio molto lento. Il secondo trattamento si svolge in acqua e la parte da trattare viene immersa in una bacinella di acqua tiepida, mentre la sonda è tenuta ad una distanza di circa 1 cm. dalla cute. L'ultrasuonoterapia in acqua viene applicata su piedi, mani, malleoli e gomiti. Gli effetti biologici degli ultrasuoni sono di natura meccanica, termica, chimica e cavitazionale (formazione di vapore e bolle) In entrambi i trattamenti, le sedute durano circa 10 minuti ed iniziano con potenze modeste per poi aumentare gradatamente.

Benefici della ultrasuonoterapia

Riduzione del dolore e del gonfiore, riallineamento delle fibre di collagene, biostimolazione cellulare, azione rilassante delle strutture muscolari, risoluzione delle contratture.

Autori

Mari Giuliano

Dott.re in Fisioterapia

Ho studiato fisioterapia c/o l’università degli studi di Roma Tor Vergata laureandomi con lode nel 1997.

Da allora ho frequentato le più importanti scuole di:

  • Terapia Manuale (Mc Kenzie, Mulligan, Mc Connell, Maitland),
  • Osteopatia (Bienfait),
  • Riequilibrio Muscolare (Jull, Hodges e Sahrmann).

I MIGLIORI CENTRI VICINO A TE

Non è la zona che stai cercando?

CERCA